16/03/2015

Perchè andare dallo Psicologo

 

Nella vita possono capitare periodi di sofferenza e disagio che interferiscono sulle attività quotidiane e sulle relazioni. Spesso si fa fatica a chiedere aiuto, come se ciò significhi ammettere “debolezza” e incapacità a potercela fare da soli.  Scegliere di non rivolgersi ad uno psicologo può anche essere legato al pregiudizio che farlo significhi “essere matti”. In realtà attraversare momenti di disagio capita a tutti, a volte fa parte della vita stessa e della crescita di ognuno e non è affatto indice di una malattia mentale.

Decidere di rivolgersi ad uno psicologo rappresenta, al contrario, un atteggiamento maturo, poichè significa rivolgersi ad un professionista che comprende il disagio psichico e può aiutare la persona attraverso percorsi terapeutici che portano ad un cambiamento. Un supporto psicologico può essere utile nell’attraversamento di un evento critico temporaneo, per delle esigenze di orientamento, per raggiungere una maggiore e migliore consapevolezza di sé, degli altri e del proprio contesto familiare, sociale, lavorativo o scolastico.